Le parole di This Must Be The Place

This_Must_Be_The_Place

3 marzo 2014 – non si sente parlare d’altro. Paolo Sorrentino e La Grande Bellezza. L’Oscar ritornato in Italia dopo 15 anni. C’è chi grida al capolavoro e chi lo definisce #lagrandeschifezza.

Ritengo che La Grande Bellezza sia un buon film, ma non mi ha fatto impazzire. O meglio, per come conosco Sorrentino, questo non è di certo il suo lavoro migliore.
Del regista mi sento di spendere piuttosto due parole su This Must Be The Place, film del 2011 e secondo me perfettamente riuscito.

Non vi sto a dire la trama, quella la trovate con calma su Wikipedia, né a fare un’analisi filmica, perché non è il mio mestiere. Voglio solo ricordarne le battute, alcune veramente geniali. Perché le parole in fondo sono quelle che, quando guardo i film, mi arrivano prima di tutto il resto. Prima ancora delle immagini e della colonna sonora. E mi lasciano segni indelebili. Tanto che poi le battute me le ricordo tutte a memoria.
Ma questo è un altro discorso.

LE PAROLE CHE NON TI HO DETTO – Della serie: cerchi di mantenere un certo aplomb, ma in realtà non vorresti fare altro che esplicitare per filo e per segno quello che pensi di chi hai davanti. Mmm, questa diplomazia nello scrivere mi è nuova.

“Una rockstar non dovrebbe avere figli. Magari ti esce fuori una stilista strampalata…!”
“Chiedo scusa, però è giusto che sappiate che l’ho fatto apposta!”
“È inutile: mi stai sul cazzo! Questa sensazione si era lievemente affievolita in tua assenza, ma ora è tornata prepotente!”

CONSIGLI DA SEGUIRE ALLA LETTERA – Non seguiremo mai i cari vecchi consigli, perché siamo troppo meschini. E poco coraggiosi. Ma almeno leggiamoli. 

“Il vero problema è che passiamo senza neanche farci caso dall’età in cui si dice “un giorno farò così” all’età in cui si dice “è andata così”.
“L’inesorabile bellezza della vendetta: un’intera vita dedicata a vendicare un’umiliazione. Questa si chiama perseveranza, si chiama grandezza”.
“La paura è importante per aiutarti a prendere decisioni, ma almeno una volta nella vita bisogna non aver paura”.

PURA POESIA – Sia chiaro, non mi riferisco alle solite frasi pucciose, ma a quelle che ti fanno sentire bene. Non meglio, semplicemente bene.

“Non hai mai incominciato a fumare perché sei rimasto un bambino. I bambini sono i soli che non provano mai il desiderio di fumare”.
“Sto cercando di far mettere insieme una ragazza triste con un ragazzo triste, ma forse tristezza e tristezza non sono compatibili”.

BUGIE A FIN DI BENE – Servono, sempre. Non per pararci il culo, ma per non fare soffrire le persone a cui teniamo davvero. 

Jane: “Torna presto che senza di te non riesco a vivere”.
Cheyenne: “Non è vero, però è bello che tu me lo dica”.

Cheyenne cerca di convincere Desmond a uscire con Mary. Il ragazzo, porello, dev’essere incoraggiato. 
“Il segreto è il tempo Desmond. Passa del tempo con lei. Tutto il tempo che le serve, e si metterà con te, vedrai. Perché è il tempo che le lusingano e poi il tempo dà sicurezza”

LA DURA VERITÀ – Altro che frasi fatte, la loro schiettezza ti si sbatte sul naso e neanche te ne accorgi.  

“È un problema molto diffuso tra i giovani, la distrazione”.
“Non è vero che è meglio tardi che mai, se è tardi è tardi e basta!”
“Ci sono molti modi per morire. Il più brutto è quello di rimanere vivi”.
“La solitudine è il teatro dei risentimenti!”
“La violenza è ovunque, ma non si fa sempre vedere”.

Basta parole, vi lascio con una delle più belle canzoni di This Must Be The Place.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...